Semaforo verde per il nuovo Fondo Sociale Europeo | Confprofessioni
10/06/2021
Semaforo verde per il nuovo Fondo Sociale Europeo

Parlamento e Consiglio hanno approvato il regolamento del FSE+ per il settennato 2021-2027. Lo strumento di finanziamento vale oltre 99 mld di euro

Durante la sessione Plenaria dello scorso 8 giugno, il Parlamento Europeo ha approvato in via definitiva il Fondo Sociale Europeo per il settennato 2021-2027. Il FSE+ vale 99.3 miliardi di euro a prezzi correnti ed è uno dei principali strumenti di finanziamento per investire nelle persone e per aiutare gli Stati membri a raggiungere gli obiettivi fissati nel piano d'azione del pilastro europeo dei diritti sociali.

 

Il Fondo prevede che:

 

  • I Paesi europei investano almeno il 25% delle loro risorse FSE+ nell'inclusione sociale e almeno il 3% per affrontare il problema della deprivazione materiale;
  • I Paesi dell'UE che posseggono i tassi più elevati di giovani senza lavoro, istruzione o formazione, dovrebbero destinare almeno il 12,5% delle loro risorse FSE+ al sostegno dell'occupazione giovanile;
  • I Paesi in cui il rischio di povertà o esclusione sociale dei bambini è superiore alla media dell'UE, dovrebbero utilizzare almeno il 5% delle loro risorse FSE+ per affrontare questo problema.

 

 

Il Fondo Sociale Europeo è stato fondamentale per attutire l’impatto della pandemia sul mercato del lavoro e soprattutto sui giovani, difatti ha fornito i finanziamenti necessari per programmi di lavoro a orario ridotto, misure per l'occupazione giovanile, formazione e altro ancora. A partire dall’introduzione del fondo nel 2014, si calcola che abbia supportato più di 33.4 milioni di persone in tutta l’Unione.

 

Maggiori informazioni.