Eurostat, sono donne il 78% degli operatori sanitari | Confprofessioni
08/03/2021
Eurostat, sono donne il 78% degli operatori sanitari

I dati del terzo trimestre del 2020 rivelano che la stragrande maggioranza degli operatori sanitari nell'UE erano donne

Nel terzo trimestre del 2020, 14,3 milioni di persone di età pari o superiore a 15 anni erano impiegate in occupazioni sanitarie nell'UE, rappresentando oltre il 7% delle persone occupate e quasi il 4% delle persone di età pari o superiore a 15 anni.
 
 
Queste professioni sanitarie includono medici (1,8 milioni), infermieri, ostetriche e loro collaboratori (4,4 milioni, di cui 2,7 milioni sono associati), operatori sanitari (3,9 milioni), altri professionisti sanitari e associati (4,1 milioni). Nell'ultimo anno, questi lavoratori sono stati in prima linea nella risposta del COVID-19. 
 
 
Nel terzo trimestre del 2020, la stragrande maggioranza degli operatori sanitari nell'UE erano donne (78%). Negli Stati membri dell'UE, questa quota varia dal 61% in Grecia a oltre il 90% in Estonia e Lettonia. Per le donne nell'UE, le occupazioni sanitarie rappresentavano il 12% della loro occupazione totale nel terzo trimestre del 2020.