13/02/2019
Strumenti digitali per il diritto societario: l’UE si adegua

Maggiore efficienza, trasparenza e certezza del diritto attraverso l'uso di strumenti digitali

L'Unione europea ha deciso di rivedere le sue norme sul diritto societario per renderle idonee allo scopo nell'era digitale. L'obiettivo è ottenere maggiore efficienza, trasparenza e certezza del diritto attraverso l'uso di strumenti digitali. La Presidenza rumena del Consiglio ha raggiunto un accordo provvisorio con i rappresentanti del Parlamento europeo su una proposta di Direttiva che faciliterà e promuoverà l'uso di soluzioni online nei contatti di un'impresa con le autorità pubbliche per tutto il suo ciclo di vita.

 

Le nuove norme assicurano, tra le cose, la possibilità di registrare imprese online nella propria lingua, senza tariffe aggiuntive, inviando le informazioni alle autorità pubbliche una sola volta (principio una tantum). In più, garantiscono il coinvolgimento di notai o avvocati nelle procedure del diritto societario purché queste possano essere completate online.

 

La Direttiva proposta integra le norme esistenti sul diritto societario dell'UE come codificate nella Direttiva (UE)2017/1132. È una delle due proposte presentate dalla Commissione nell'aprile 2018 per la modernizzazione del diritto societario dell'UE e rappresenta anche un pilastro importante per la regolamentazione del Single Digital Gateway adottato di recente, che facilita le interazioni tra cittadini, imprese e autorità competenti fornendo accesso a soluzioni online.

 

Maggiori informazioni