06/12/2017
Spesometro 2018, tutte le novità

Con l’approvazione del Decreto fiscale il sistema degli adempimenti diventa più flessibile. Invio semestrale o annuale delle fatture e niente sanzioni per gli errori nello Spesometro 2017

In arrivo il nuovo Spesometro 2018. Tante le novità sugli adempimenti fiscali dopo il via libera del Parlamento al Decreto fiscale, collegato alla Legge di Bilancio 2018, che è diventato legge lo scorso 1° dicembre. Dal 2018, dunque, lo spesometro cambia ancora e il sistema degli adempimenti fiscali diventa più flessibile. A partire dal nuovo anno, infatti, i contribuenti potranno decidere se presentare i dati delle fatture emesse e ricevute con cadenza semestrale o annuale. Non entrerà, quindi, in vigore l’obbligo trimestrale che era stato precedentemente previsto. A questa novità si aggiunge anche la possibilità di inviare solo un documento riepilogativo (facoltativo) delle fatture sotto i 300 euro al posto della trasmissione dei dati delle fatture. Il contribuente può quindi decidere autonomamente se inviare un riepilogo periodico oppure la normale procedura. Eliminate, infine, le sanzioni per gli errori commessi nell’invio dei dati inerenti al primo semestre 2017, purché siano corretti con un nuovo invio entro la fine del febbraio 2018.