12/12/2017
Sindacati medici e veterinari: perché è necessario lo sciopero

Indetto per il giorno 12 dicembre un blocco di 24 ore. Riportiamo l’articolo pubblicato da AnmviOggi

Sciopero generale di  24 ore in tutti i capoluoghi. Indetto per oggi, 12 dicembre, dalle organizzazioni sindacali, lo sciopero è innanzitutto contro una legge di bilancio 2018 che reitera "politiche sempre meno orientate all’obbligo di rispondere ai bisogni di salute dei cittadini"  ed esclude "con pervicacia" la sanità pubblica dalla ripresa economica in atto. Medici, Veterinari e Dirigenti del SSN scioperano anche contro "l'assenza di segnali di attenzione" al loro lavoro.

Ma è anche una condanna della "assenza di segnali di attenzione ai medici, ai veterinari ed ai dirigenti sanitari dipendenti del SSN, al valore ed al peso del loro lavoro, alla importanza dei loro sacrifici nella tenuta del servizio sanitario". I sindacati stigmatizzano "lo stallo del rinnovo del contratto di lavoro, dopo 8 anni di blocco legislativo, che contribuisce alla mortificazione del ruolo, della autonomia, della responsabilità professionale ed al peggioramento di condizioni di lavoro insostenibili a fronte di livelli retributivi fermi al 2010".

Nel loro comunicato, i sindacati parlano di una "logica di federalismo di abbandono", che non assicura un tutela della salute dei cittadini omogenea in tutto il Paese nel rispetto dell’art. 32 della Costituzione. Sotto accusa anche un sistema formativo fallimentare "che sta contemporaneamente desertificando ospedali e territori e condannando alla precarietà ed allo sfruttamento decine di migliaia di giovani".

FVM, Federazione Veterinari, Medici, Farmacisti e Dirigenti Sanitari, preoccupata per i comportamenti antisindacali tenuti in passato da diversi Enti e Aziende del SSN in tutto il Paese, in occasione di scioperi ha inviato una diffida a tutti i Direttori Generali delle suddette Amministrazioni affinché non venga posto in atto alcun comportamento antisindacale, in occasione dello sciopero di oggi.