26/03/2018
Presidenti Camera e Senato, eletti Fico e Casellati

Il deputato del Movimento 5 Stelle è stato eletto con 422 voti alla quarta votazione; la senatrice di Forza Italia con 240 voti al terzo scrutinio. Casellati prima donna a sedere sullo scranno più alto di Palazzo Madama

Sono Roberto Fico e Maria Elisabetta Alberti Casellati i nuovi presidenti della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Il deputato del Movimento 5 Stelle è stato eletto con 422 voti alla quarta votazione a Montecitorio; mentre la senatrice di Forza Italia, prima donna a sedere sullo scranno più alto di Palazzo Madama, è stata eletta al terzo scrutinio con 240 voti. 

Alle ore 17 del 24 marzo scorso è salita al Colle la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, per un incontro, durato 15 minuti circa, con il presidente Mattarella. Qualche minuto prima si erano recati anche gli ex presidenti delle Camere, Pietro Grasso e Laura Boldrini. Il neopresidente della Camera, Roberto Fico, si è invece avviato a piedi verso il Quirinale intorno alle 17,30. Infine poco dopo le 18 è salito al Colle anche il premier uscente, Paolo Gentiloni, per rassegnare le dimissioni: rimarrà a palazzo Chigi per il disbrigo degli affari correnti.

 

Chi è Roberto Fico

Nato a Napoli nel 1974, si laurea in Scienze della comunicazione all'Università degli Studi di Trieste con indirizzo in Comunicazioni di massa. Ha studiato per un anno presso l'Università di Helsinki, grazie ad una borsa di studio Erasmus. Prima della sua ascesa politica ha lavorato prevalentemente nel settore della comunicazione, 
l 18 luglio 2005 fonda a Napoli uno dei 40 meetup "Amici di Beppe Grillo", sulla scia dei quali nascerà il Movimento 5 Stelle. Nel 2010 si candida Presidente della Regione Campania[6] e alle elezioni ottiene l'1,35 % dei voti. Nel 2011 si candida sindaco di Napoli[7] e ottiene l'1,38% non superando il primo turno[8].
Nel dicembre 2012 è primo alle Parlamentarie del M5S nella Circoscrizione Campania 1 e, grazie alle 228 preferenze ottenute sul web, viene candidato in prima posizione nella lista bloccata del M5S della circoscrizione, ed è eletto nella XVII legislatura della Repubblica Italiana alla Camera dei Deputati alle elezioni politiche del 2013.
Viene candidato dal suo gruppo parlamentare alla presidenza della Camera dei deputati senza però essere eletto. Il 6 giugno 2013 è stato eletto presidente della Commissione di Vigilanza Rai. 
Da aprile e fino al 4 luglio 2017 è vicepresidente vicario e portavoce del gruppo parlamentare.
Alle politiche del 2018 è il candidato M5S nel collegio uninominale di Napoli Fuorigrotta. Ottiene 61.819 voti (57,6%), venendo così eletto per la seconda volta alla Camera. Il 24 marzo 2018 viene eletto presidente della Camera dei Deputati, divenendo così la terza carica dello Stato.

 

Chi è Maria Elisabetta Alberti Casellati
Discendente di una famiglia nobile di rango marchionale, si è laureata in Giurisprudenza all’Università di Ferrara e in Diritto Canonico nella Pontificia Università Lateranense, ed è stata poi ricercatrice universitaria per il settore scientifico-disciplinare IUS/11 "Diritto canonico ed ecclesiastico" presso l'Università di Padova. È iscritta all'Ordine degli avvocati di Padova.
Ha aderito a Forza Italia fin dalla sua fondazione, nel 1994. Negli anni è stata componente del Collegio nazionale dei probiviri, dirigente nazionale del Dipartimento sanità di Forza Italia e vice dirigente nazionale dei dipartimenti di Forza Italia.
Eletta per la prima volta senatrice nel 1994, nella XII legislatura è stata segretaria del gruppo parlamentare di Forza Italia al Senato e presidente della Commissione Sanità.
Dopo la mancata elezione del 1996 è stata rieletta al Senato nel 2001. Durante la XIV legislatura è stata vice-capogruppo di Forza Italia e dal 2002 al 2005 è vice capogruppo vicario. È stata sottosegretario alla salute del Governo Berlusconi II dal 30 dicembre 2004 al 25 aprile 2005 e del Governo Berlusconi III dal 26 aprile 2005 al 16 maggio 2006.
Rieletta in Senato nella XV legislatura, ha ricoperto l'incarico di vice presidente del gruppo al Senato.
In occasione delle elezioni politiche del 2008 viene riconfermata come senatrice. Ha inoltre ricoperto l'incarico di sottosegretario alla giustizia dal 12 maggio 2008 al 16 novembre 2011 nel governo Berlusconi IV.
Nel corso della successiva legislatura è eletta nel consiglio di presidenza del Senato come segretario d'aula. Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà, ha aderito a Forza Italia. Dal 14 gennaio 2014 è stata capogruppo di Forza Italia nella Giunta delle Elezioni e del Regolamento e della I Commissione Affari Costituzionali del Senato.
Il 15 settembre 2014 è stata eletta dal Parlamento in seduta comune membro del Consiglio Superiore della Magistratura al settimo scrutinio con 489 voti, in quota Forza Italia. 
Alle elezioni politiche 2018 viene nuovamente eletta senatrice, lasciando così il seggio al CSM con un anticipo di quasi un anno sulla scadenza naturale. Il 24 marzo 2018, alla terza votazione, viene eletta presidente del Senato nella XVIII legislatura, divenendo la prima donna a ricoprire la seconda carica dello Stato.