23/10/2019
Pillole fiscali per gli immobili - settembre 2019

di Lelio Cacciapaglia e Maurizio Tozzi

Per gli immobili

 

Detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio – sostituzione di serramenti

Agenzia delle entrate, risposta n. 383 del 16/9/19

La sostituzione dei serramenti esterni con altri di diversa tipologia rientra tra gli interventi di manutenzione straordinaria ammessi alla detrazione.

 

Agevolazione “prima casa” – vendita dell’immobile in esecuzione di accordi di separazione consensuale

Agenzia delle entrate, risoluzione n. 80 del 9/09/19

Non comporta la decadenza dal beneficio “prima casa” la cessione a terzi di un immobile acquistato con l’agevolazione in esecuzione delle clausole contenute in un accordo di separazione, omologato dal giudice e finalizzato alla risoluzione della crisi coniugale.

 

Agevolazione “prima casa” – proprietà di altro immobile situato nello stesso Comune concesso in locazione

Agenzia delle entrate, risposta n. 378 del 10/9/19

Il contribuente che possiede, nello stesso Comune dove intende effettuare l’acquisto, un’altra abitazione, anche se concessa in locazione, non può fruire dell’agevolazione “prima casa”.

 

Agevolazioni “prima casa” – proprietà di altro immobile situato nello stesso Comune non acquistato con l’agevolazione

Agenzia delle entrate, risposta n. 377 del 10/9/19

L’agevolazione “prima casa” spetta al contribuente che è già in possesso di un altro immobile, situato nello stesso Comune e acquistato prima del 1993, quando non era ancora previsa l’aliquota Iva agevolata, a patto che la prima abitazione sia rivenduta entro un anno.

 

Locazione occasionale di immobile tramite portale online “AirBnB” – cedolare secca

Agenzia delle entrate, risposta n. 373 del 10/9/19

Può applicare la cedolare secca con aliquota al 21% il privato che affitta per brevi periodi un immobile ad uso abitativo al di fuori dell’esercizio dell’attività d’impresa, tramite il portale online “AirBnB”.

Ciò evidentemente se si tratta di attività occasionale, mentre se in sede di accertamento emerge l’esistenza di un’attività svolta in forma commerciale, gli introiti dovranno essere dichiarati come redditi d’impresa e non potranno fruire dell’imposta sostitutiva.

 

Trust costituito per testamento - conferimento di immobile e di titoli bancari

Agenzia delle entrate, risposta n. 371 del 10/9/19

Al conferimento di beni immobili e di titoli bancari in trust costituito per testamento deve applicarsi l’imposta sulle successioni e donazioni in misura proporzionale avendo riguardo, ai fini della determinazione delle aliquote, al rapporto di parentela intercorrente tra il disponente e il beneficiario.      

 

Cessione di terreno suscettibile di utilizzo edificatorio – terreno già edificato

Cassazione n. 22409 del 6/9/19

Non si applica alla cessione di un terreno già edificato la disposizione dell’art. 67 del Tuir che assoggetta a tassazione, quali "redditi diversi", le plusvalenze realizzate a seguito di cessioni a titolo oneroso di terreni suscettibili di utilizzazione edificatoria secondo gli strumenti urbanistici vigenti al momento della cessione, anche se è nell’intenzione dell’acquirente demolire in futuro l’edificio già esistente.

 

Esenzione ICI per la prima casa – non spetta agli immobili di proprietà di società semplici

Cassazione n. 23679 del 24/9/19

Il regime agevolativo dell’esenzione ICI “prima casa” non può essere riconosciuto a favore di una società semplice di godimento, a cui sono intestati gli immobili, utilizzati dai soci come propria abitazione principale, avendovi trasferito la relativa residenza In tal caso, infatti, la società semplice è un soggetto giuridico diverso dai soci, mentre il regime agevolativo impone che il beneficio sia concesso a persone fisiche, proprietarie di immobili o di diritti reali sugli stessi, che utilizzano il bene con le finalità peculiari indicate dalla norma. I quattro soci risultano titolari di una quota ideale, ciascuno di 1/4 di proprietà, quindi non sono titolari di diritti reali sullo specifico immobile utilizzato come abitazione principale; a tal fine è irrilevante il trasferimento di residenza e l’utilizzo abituale dello stesso come abitazione del proprio nucleo familiare.

 

Tarsu - box auto di pertinenza dell’abitazione - omessa denuncia

Cassazione n. 23058 del 17/9/19

Il box auto è soggetto al pagamento del tributo per lo smaltimento dei rifiuti, anche se non allacciato alla fornitura di luce elettrica.

Nel caso di specie, in cui la denuncia era stata presentata ma non comprendeva il box auto, è stato inoltre affermato che l'obbligo di denuncia si rinnova di anno in anno e che ad esso si applica il termine quinquennale di decadenza di cui all'art. 1 comma 161 del D.L. 296/2006 ai fini della decadenza del potere del Comune di accertare le superfici non dichiarate che continuino ad essere occupate o detenute, ovvero gli altri elementi costituenti il presupposto della tassa.