Fidaf | 16/04/2018
OLEA, il primo Ecomuseo diffuso dell’Impero Romano

Il prossimo 20 aprile un nuovo appuntamento con i Venerdì Culturali promossi dalla Federazione Italiana Dottori in scienze Agrarie e Forestali

 

Nuovo appuntamento, il prossimo 20 aprile, con i Venerdì Culturali promossi da FIDAF, Federazione Italiana Dottori in scienze Agrarie e Forestali, SIGEA, Società Italiana di Geologia Ambientale, ARDAF, Associazione Romana Dottori in Agraria e Forestali, e Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali di Roma. 

«Dall’Oro del Mediterraneo a “OLEA”, il primo Ecomuseo diffuso dell’Impero Romano» è il titolo dell’incontro che si svolgerà a Roma presso la sede della FIDAF in via Livenza 6, dalle ore 17.00 alle 19.00.

Roma vanta luoghi unici al mondo testimoniati da una miriade di reperti eccezionali - come le anfore - che raccontano la storia affascinante dell’olio nell’Antichità, poco conosciuta e ancor meno valorizzata. OLEA, il primo ecoMuseo diffuso dell’Olio di Oliva nell’Impero Romano, rappresenta un esclusivo progetto innovativo per la valorizzazione del territorio e del patrimonio culturale, materiale e immateriale che mira a interconnettere in modo efficace turismo, storia, tecnologia, cultura, arte e filiera agroalimentare. Questo sistema di rete si propone di creare un originale “ecomuseo diffuso” dell’olio d’oliva di incisivo appeal, assicurando un collegamento virtuoso tra spazi, esperienze e realtà, portando un valore aggiunto all’insieme attraverso l’uso di specifiche tecnologie multilingue e di una piattaforma multimediale.

La relatrice, June Di Schino, è studiosa della storia dell’alimentazione e si dedica alla ricerca, allo studio, all’insegnamento e alla valorizzazione dei molteplici aspetti della materia. Si dedica con passione alla ricerca ed ha portato alla luce diversi manoscritti inediti. Autrice di pubblicazioni scientifiche, ha vinto numerosi premi letterari. Organizza mostre in Italia e all’estero (tra cui l’Expo Universale di Siviglia), convegni, eventi e banchetti evocativi. È Presidente di DIOMEDA, Centro Studi Ricerche e Progettazione – Roma.