ANC | 04/07/2018
L'Anc incontra Carla Ruocco

Semplificazione fiscale, microcredito e fattura elettronica al centro dell'incontro con la presidente della Commissione Finanze della Camera

L’Associazione Nazionale Commercialisti ha incontrato questa mattina alla Camera dei Deputati l’On. Carla Ruocco, Presidente della Commissione Finanze. L’ANC,  rappresentata dal Presidente Marco Cuchel e dalla consigliera Miriam Dieghi, ha già avuto modo in passato di conoscere e apprezzare la disponibilità dell’On. Ruocco nei confronti delle problematiche riguardanti il mondo delle professioni.

Nell’incontro odierno – sottolinea il Presidente Marco Cuchel – abbiamo registrato, con soddisfazione, una immutata attenzione nei riguardi non solo della nostra Associazione ma, più in generale, nei confronti delle esigenze e delle difficoltà della categoria.    

Diversi sono stati gli argomenti affrontati. In tema di semplificazione fiscale, all’On Ruocco, nell’ambito della sua partecipazione all’iniziativa promossa da ANC e Confimi Industria a Roma lo scorso 7 febbraio, era stato consegnato il documento congiunto con le proposte su fisco, lavoro, imprese e professioni, elaborato dalle due associazioni. “Tale documento – spiega il Presidente Cuchel – sarà aggiornato e implementato, e verrà presentato dall’ANC in occasione di un nuovo incontro, che si prevede per settembre, con la Presidente Ruocco, a seguito della disponibilità che la stessa ci ha confermato.”. 

Sul microcredito, tema che la Presidente Ruocco tiene in notevole considerazione, l’ANC ha voluto evidenziare le difficoltà che sussistono nel funzionamento di questo strumento di accesso al credito, difficoltà che l’Associazione ha potuto conoscere da vicino grazie al progetto avviato nel marzo 2016, che ha visto la creazione di una rete di assistenza dedicata a questa forma di finanziamento. “La nostra Associazione – puntualizza Cuchel – ritiene auspicabile una modifica della normativa in materia di microcredito, e delle proposte in tal senso potranno essere presentate dall’ANC nel prossimo incontro di settembre.”.

Non è certo mancata una riflessione su alcuni dei contenuti del Decreto Dignità approvato dal recente Consiglio dei Ministri. L’Associazione condivide la  scelta di abolire lo split payment per i professionisti, misura con la quale il Governo ha rispettato un preciso impegno; la stessa ha espresso invece la sua delusione nei confronti della decisione di mantenere l’invio semestrale per l’adempimento dello spesometro, anziché prevederne la trasmissione annuale, come richiesto in più occasioni e in qualche modo prospettato.  

E’ stato affrontato anche il tema del ruolo del commercialista, evidenziando l’importanza di riconoscere il contributo apportato dalla categoria allo sviluppo digitale del sistema Paese, richiamando altresì l’attenzione sul ruolo che il commercialista è chiamato a svolgere nell’agevolare il passaggio alla fatturazione elettronica. “Proprio sulla fatturazione elettronica, l’ANC  - conclude Cuchel - ha ribadito l’opportunità di eliminare l’obbligatorietà dal 1° gennaio 2019 per tutti i contribuenti, e di introdurre la nuova fatturazione in modo graduale, secondo requisiti che tengano in considerazione le diverse tipologie di contribuenti, con particolare riguardo all’universo imprenditoriale.”.