Ddl concorrenza, un danno che colpirà cittadini, imprese e società | Confprofessioni
Veneto | 25/02/2015
Ddl concorrenza, un danno che colpirà cittadini, imprese e società

In allegato il comunicato stampa di Confprofessioni Veneto del 25 febbraio 2015

Il mondo Professionale sta soffrendo in generale di tutta una serie di provvedimenti normativi discriminatori che colpiscono non solo il Professionista ma anche i suoi dipendenti e conseguentemente la clientela tutta.

La concorrenza è un valore assoluto del mercato, anche in quello delle libere professioni nel quale il cittadino deve essere messo in grado di scegliere la prestazione professionale alle migliori condizioni.

Non va in questa direzione il disegno di legge proposto dal governo che in materia immobiliare e societaria modifica radicalmente il sistema di tutela del cittadino.

Quando si creano i presupposti per trasferire il mercato dei servizi professionali ai grandi gruppi industriali, banche e assicurazioni, il danno per il cittadino e per il consumatore può essere irreparabile.

Ancor più quando si tratta di professioni con specifiche peculiarità, caratterizzate anche dall’esercizio della funzione pubblica.

In tal caso la tutela assicurata al cittadino dalla preparazione specifica professionale, dalla funzione pubblica e dalla terzietà non possono essere garantite se non da chi per legge è depositario di tali caratteristiche.

Confprofessioni Veneto non può non esprimere seria preoccupazione per quanto sta accadendo e per il grave danno che colpirà il cittadino, il consumatore, le imprese e la società in generale a beneficio dello specifico interesse di pochi grandi potentati economici.

                                        Il Presidente di Confprofessioni Veneto

Roberto Sartore