Covid-19, 50 mln a Pmi e Midcap italiane | Confprofessioni
13/11/2020
Covid-19, 50 mln a Pmi e Midcap italiane

Accordo tra la Banca Europea per gli Investimenti e il Mediocredito Centrale per finanziare le imprese fino a 250 dipendenti e da 250 fino a 3 mila dipendenti

Cinquanta milioni di euro di nuove risorse per PMI e Midcap italiane sono in arrivo dalla BEI e Mediocredito Centrale (MCC) per fronteggiare l’emergenza Covid-19 in seguito all’accordo annunciato oggi tra la Banca della UE e la banca pubblica italiana dedicata al sostegno delle piccole e medie imprese localizzate soprattutto nel Sud Italia. Sulla base dell’Accordo, la BEI mette a disposizione di MCC 50 milioni dedicati a Pmi (imprese fino a 250 dipendenti) e Midcap (fino a 3 mila dipendenti).

 

La nuova linea di credito, finalizzata a fronteggiare l’emergenza in corso, prevede sia il finanziamento di nuovi progetti d’investimento, con durata massima di cinque anni, che la copertura del fabbisogno di capitale circolante, in considerazione della fase eccezionale che il tessuto economico italiano sta vivendo. Nel dettaglio, possono rientrare i contributi previdenziali, le spese amministrative e altri costi operativi nonché le linee di credito multifunzionali, anche se si tratta di proroga o rinnovo di prestiti di capitale circolante. Rimangono escluse le sole operazioni puramente finanziarie e/o immobiliari.

 

I prestiti sono rivolti a progetti di imprese attive in tuti i settori produttivi: agricoltura, artigianato, commercio, turismo, servizi e industria.

 

Per maggiori informazioni clicca qui.