03/07/2019
Consiglio dell’Unione europea: al via il semestre di presidenza finlandese

Rilanciati gli obiettivi del Pilastro europeo dei diritti sociali e il settore dei servizi

È iniziato il semestre di Presidenza finlandese a guida del Consiglio dell’Ue, le cui priorità sono ispirate al motto: «Un’Europa sostenibile, un futuro sostenibile». Terza volta alla Presidenza, Helsinki è la seconda alla guida semestrale del trio composto da Romania, Finlandia e Croazia. Il programma declina in quattro priorità l’obiettivo generale della sostenibilità che il Paese ha scelto per il suo semestre:

  • consolidare i valori comuni e lo stato di diritto;

  • rendere l’Ue più competitiva e socialmente inclusiva;

  • rafforzare la posizione dell’Ue come leader mondiale nell’azione per il clima;

  • proteggere globalmente la sicurezza dei cittadini.

 

La neo presidenza finlandese rilancia nel suo programma un approccio più coerente per lo sviluppo del Pilastro europeo dei diritti sociali. Inoltre, riconosce come il potenziale di crescita dell'Europa sia fortemente legato al settore dei servizi: «Per migliorare il mercato unico dei servizi, dobbiamo concentrarci in particolare sulla promozione dei servizi digitali e l'eliminazione degli ostacoli negli scambi transfrontalieri di servizi».

 

Dal 1° luglio la presidenza del Consiglio di focalizzerà principalmente sulle competenze, l'istruzione e la formazione, l'equità regionale e sociale e l'uguaglianza di genere, con l’obiettivo di creare crescita sostenibile e benessere per i suoi cittadini. Nel programma finlandese il denominatore comune di tutte le azioni dell'Ue viene identificato nella sostenibilità, che comprende l'attuazione dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Inoltre, la Finlandia sarà la prima Presidenza ad integrare le nuove priorità dell’agenda strategica 2019-2024 nei lavori del Consiglio.

 

Il programma della presidenza finlandese