Toscana | 04/12/2017
Confprofessioni Toscana dà vita a un Comitato pari opportunità

Gap di genere in Toscana quasi azzerato tra i professionisti sotto ai 34 anni

Facilitare una effettiva equità lavorativa tra donne e uomini, garantendo pari dignità sul posto di lavoro. E’ questo l’obiettivo che si è prefissa la giunta di Confprofessioni Toscana, che ha dato l’avvio alla costituzione di un Comitato pari opportunità che collaborerà con le istituzioni per migliorare la situazione della libera professione al femminile.

 

“Nel mondo delle professioni e nello specifico qui in Toscana riteniamo che il rispetto delle pari opportunità in questi ultimi anni si sia diffuso notevolmente, questo non significa che non bisogna adottare azioni volte a garantire che non ci siano discriminazioni di sorta. Il compito del Comitato pari opportunità - spiega il presidente di Confprofessioni Toscana, Ivo Liserani - sarà quello di scongiurare le disuguaglianze e prevenire eventuali conflitti all’interno dell’ambiente di lavoro, anche attraverso l’organizzazione di momenti di incontro e di confronto sul tema. Questo vale anche per il riconoscimento professionale e per i compensi”.

 

In Toscana secondo l’Osservatorio Istat nel 2016 c’erano oltre 106mila professionisti e di questi il 36% è donna, ma il gap di genere si fa quasi nullo se si considera la fascia di età al di sotto dei 34 anni.