13/11/2017
Commissione Europea, pubblicate le previsioni economiche d’autunno

L’esecutivo europeo ha rivelato le prospettive sull’economia europea: in crescita PIL, occupazione e investimenti; in calo, invece, deficit, debito pubblico e disoccupazione nei 28 membri

Crescita robusta e costante sia nell’area euro che nell’Unione nel suo insieme. E’ quanto emerge dal documento presentato lo scorso 9 novembre dalla Commissione relativo all’economia europea del triennio 2017-2019.

Le previsioni riguardano tutti i paesi UE, oltre ai paesi candidati e alcuni Stati terzi.

 

Quest’anno l’economia dell’eurozona ha registrato il tasso di crescita più alto dell’ultimo decennio, complici l’aumento dei consumi privati, la crescita dell’economia a livello mondiale e il calo della disoccupazione.

 

L’incremento atteso del PIL è superiore alle aspettative della scorsa primavera e gli investimenti godono di condizioni finanziarie favorevoli grazie a un maggior clima di fiducia e a una minore incertezza sullo scenario futuro. Buone notizie anche per il mercato del lavoro che si sta riprendendo con un netto calo della disoccupazione, che registra il dato più basso dal 2009, seppure la crescita dei salari resti contenuta.

 

Quanto alle finanze pubbliche, si prevede un rapporto debito pubblico/PIL che dovrebbe progressivamente ridursi così come quello tra deficit e PIL.

 

 

Maggiori informazioni