ANA | 04/12/2017
Archeologia preventiva, al via il corso in Sicilia

L’evento gratuito è organizzato dall’Associazione nazionale Archeologi e si rivolge a tutti gli archeologi siciliani

L’Associazione nazionale Archeologi organizza, a Catania, il corso gratuito sull'archeologia preventiva dal titolo “aggiornamento in termini di eccellenza e qualità, delle competenze e delle abilità individuali dei professionisti”.

 

Il corso, della durata di 30, inizierà nel 2018. Rivolto a tutti gli archeologi siciliani, il corso rientra, infatti, nei programmi di formazione dei liberi professionisti autonomi promossi dalla Regione Sicilia con il sostegno del Fondo Sociale Europeo.

 

Tra i temi affrontati: normativa e prassi dell’archeologia preventiva; i lavori e le prestazioni professionali degli archeologi previsti dal Codice dei Contratti Pubblici; cos'è una VIArch (valutazione preventiva di impatto archeologico) ed il sistema di tutela e le prassi utilizzate negli altri Paesi europei.

 

Per partecipare è necessario possedere specifici requisiti come: titolo di studio che abilita alla firma delle Viarch (diploma di scuola di specializzazione o dottorato di ricerca); essere residenti o domiciliati in Sicilia; esercitare la propria attività professionale in Sicilia; essere in possesso di Partita Iva da almeno 6 mesi; avere un reddito annuo non superiore ai 30.000 Euro; essere iscritti all'ANA o a un'altra associazione professionale ex L. 4/2013 o più semplicemente essere iscritti alla Gestione Separata INPS.

 

È possibile iscriversi fino al 18 dicembre. Per maggiori informazioni si può contattare la dott.sa Ghiselda Pennisi (ANA Sicilia) al 339 41 37 304.

Allegati
locandina_corso_gratuito.jpg
Scarica il file