Basilicata | 30/06/2017
Approvato statuto e regolamento

Il Consiglio regionale di Confprofessioni Basilicata si è riunito lo scorso 20 giugno e ha approvato all'unanimità. Il presidente Spirito: "Avviati progetti a favore dei professionisti locali, in particolare nell'ambito della formazione"

Con voto favorevole all’unanimità, i componenti del Consiglio regionale di Confprofessioni hanno approvato lo statuto regionale e il regolamento dell’Associazione, passo fondamentale in vista delle future attività della Confederazione, che rappresenta le  sigle sindacali di oltre 20 ordini professionali dei settori del diritto, della salute, del lavoro e dell’ambiente.

La seduta è stata aperta con le comunicazioni del presidente di Confprofessioni Basilicata, Carlo Spirito, che ha ripercorso i temi che l’associazione intende trattare nel corso dell’audizione in prima Commissione consiliare regionale, definito gli obiettivi da raggiungere nei prossimi mesi e aperto uno spazio di confronto tra rappresentanti di diversi ordini e sindacati di professionisti per individuare linee comuni di intervento da attivare per valorizzare il ruolo dei professionisti in Basilicata, alla luce delle problematiche comuni delle varie categorie.

“In collaborazione con gli ordini professionali della nostra regione e nella diversità dello svolgimento delle rispettive attività – dice Spirito – Confprofessioni Basilicata vuole rappresentare i professionisti che operano in Basilicata. La finalità principale è quella di creare un soggetto nuovo, un’associazione che sia capace di avviare progetti a favore dei professionisti ma con ricadute positive di crescita per tutto il territorio regionale. Passaggio essenziale è quello della formazione, con corsi appositi per fornire le giuste risposte alle principali necessità dei nostri confederati”.

“Esiste un’attenzione – prosegue il presidente – a livello regionale per la categoria dei professionisti. E’ il caso di uno dei tre bandi Creopportunità, destinato interamente a questa categoria e accolto positivamente visto il numero delle domande pervenute. Bisogna segnalare, però, come fatichi ancora ad affermarsi l’equiparazione tra piccole imprese e professionisti, limitando alcune possibilità come nel caso dell’avviso pubblico regionale su ‘Efficienza energetica delle imprese’.

Al termine dell’incontro, il presidente ha anche annunciato che è in fase di preparazione nella nostra regione per il mese di settembre una replica del corso di formazione previsto a Roma dal titolo ‘Finanziamenti e tecniche di europrogettazione’.