17/08/2017
Antiriciclaggio, al via le nuove linee guida

Dal 4 luglio scorso è in vigore il D. Lgs. 90 del 25.5.2017. Per gli avvocati eliminato l’obbligo di tenuta del registro. Il CNF aggiorna le FAQ sugli adempimenti

Pubblicate le nuove linee guida in materia di antiriciclaggio. Lo scorso 4 luglio 2017 è infatti entrato in vigore il D. Lgs. 90 del 25.5.2017 che attua la “Direttiva UE 2015/849 relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo e recante modifica delle direttive 2005/60/CE e 2006/70/CE e attuazione del regolamento (UE) n. 2015/847 riguardante i dati informativi che accompagnano i trasferimenti di fondi e che abroga il regolamento (CE) n. 1781/2006”.

Per quanto riguarda gli avvocati, le novità più rilevanti riguardano:

 

·        l’abolizione dell’obbligo di tenuta del registro dei clienti, fermo restando l’obbligo di conservazione, tra gli altri, dei documenti di identificazione;

·        una più ampia applicazione del principio dell’approccio basato sul rischio

·        una revisione del sistema sanzionatorio;

·        una rivisitazione della struttura dell’adeguata verifica della clientela, con particolare riguardo ai soggetti diversi dalle persone fisiche.

 

A tal proposito, il Consiglio Nazionale Forense fa sapere di aver effettuato un primo aggiornamento delle FAQ, pubblicate lo scorso novembre 2016.

Clicca qui per leggere gli adempimenti antiriciclaggio per gli avvocati.